Ormai è sempre più cosa rara andare in giro senza un dispositivo tecnologico. Tra questi, quello decisamente più utilizzato è sicuramente lo smartphone. Questi telefoni portatili di ultima generazione hanno ampliato la nostra rete comunicativa, riuscendo a connettere ogni angolo del mondo, anche quello più remoto. Tuttavia, se da un lato i cellulari hanno agevolato i nostri tenori e stili di vita, dall’altro celerebbero un rovescio della medaglia. Gli esperti in psicologia, infatti, raccomanderebbero di riporlo in tasca mentre svolgiamo alcuni ordinari compiti della giornata, come ad esempio fare la spesa. Secondo un recente studio condotto dall’Università di Bath, nel Regno Unito, effettuare acquisti mentre si osserva uno smartphone ci farebbe spendere di più.Per quale motivo si verificherebbe questo evento? Uno dei “poteri” dei moderni dispositivi tecnologici è quello di alienare l’individuo in una dimensione quasi totalmente estraniata dal contesto ambientale in cui quest’ultimo si trova in un determinato momento.La ricerca in questione ha analizzato il comportamento di 500 clienti di un supermercato locale. Dai risultati è emerso che le persone che controllavano maggiormente il telefono spendevano circa il 41% in più di coloro che, al contrario, effettuavano le compere senza una distrazione tecnologica.Stando alla tesi dei ricercatori, il cellulare disattiverebbe quello che loro definiscono un “pilota automatico” intrinseco all’essere umano. Tale aspetto guiderebbe l’uomo durante gli acquisti, rendendolo vigile ed attento mentre si destreggia tra gli scaffali del negozio.

23 Settembre 2022

Written by:

X