Non solo i mari hanno a che fare con la presenza di plastica. Anche le Alpi sono confrontate con lo stesso problema. Un nuovo studio – condotto dal ricercatore del Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (Empa) Dominik Brunner, insieme a colleghi austriaci dell’Università di Utrecht e del Servizio meteorologico e geofisico nazionale austriaco – mostra che la diffusione di nanoplastiche nell’aria è un problema diffuso, più di quanto si pensasse in precedenza. Secondo le stime dello studio – pubblicato sulla rivista Environmental Pollution e reso noto oggi dall’Empa tramite un comunicato stampa – ogni anno si depositano circa 42 chili di nanoplastiche al chilometro quadrato su un’area di alta montagna in Austria. E la Svizzera ogni anno viene ricoperta fino a 3’000 tonnellate di nanoplastiche, dalle Alpi fino in pianura.

Written by:

X