Michael Jackson usò 19 carte d’identità false per ottenere droghe. Lo rivela il New York Post citando il nuovo documentario TMZ Investigates: Who Really Killed Michael Jackson, in uscita a settembre e trasmesso dalla Fox. Jackson fu trovato morto nella sua villa a Los Angeles nel giugno del 2009 (avrebbe compiuto 51 anni ad agosto). Il decesso fu causato da una overdose di diversi farmaci: il caso fu chiuso come omicidio, responsabile della morte di Jacko il suo medico, Conrad Murray, condannato a quattro anni di reclusione. Secondo le testimonianze del documentario, l’abuso di droghe da parte di MJ fu possibile anche grazie a molti altri dottori.”Le circostanze che hanno portato alla sua morte– dice Orlando Martinez, il detective della polizia di Los Angeles assegnato al caso– sono dovute al fatto che diversi medici gli hanno permesso di dettare le sue condizioni, di avere le medicine che voleva, quando e dove le voleva. Tutti loro sono la ragione per cui è morto”. Secondo Ed Winter, medico legale della contea di Los Angeles, Jackson aveva creato 19 false identità.

Written by:

X