Il troppo stroppia in tutto, anche nella temperatura. Troppo caldo fa male anche gli esseri umani. Non sono solo le piante che appassiscono sotto il troppo sole, ma anche noi facciamo difficoltà a sopportare le altissime temperature. La crisi climatica distorce il comportamento umano, ci rende peggiori. 
Il nostro organismo non è preparato a sopportare per troppo tempo temperature superiori ai 35°C: molti studi dimostrano che il caldo eccessivo fiacca l’organismo, facendo calare le sue prestazioni in vari campi e rendendoci meno produttivi. Il calore eccessivo è connesso anche ad un aumento dell’aggressività e a minori abilità cognitive. A lungo andare gli effetti sono evidenti. Gli scienziati stanno osservando da più di un secolo le difficoltà degli esseri umani a sopportare il troppo caldo. E’ un’esperienza comune: quando fa molto caldo siamo più irritabili, egocentrici e litigiosi. Le città si infuocano e le liti scoppiano a non finire, spesso anche per futili motivi. Come mai accade questo? E come si può correre ai ripari, per il buon vivere e la serenità di tutti? Oltre, naturalmente, ad evitare se possibile i luoghi troppo afosi, ci sono alcune strategie per correre ai ripari e per salvaguardare la pace, nostra e delle persone che ci sono vicine.

Svegliati con la luce – Il mattino, soprattutto d’estate, ha l’oro in bocca: alzarsi un po’ prima è più facile grazie alla luce naturale. Meglio sfruttare le prime ore del mattino quando la temperatura è più sopportabile per le attività che, rimandate alla fine della giornata, hanno un peso insopportabile, come riordinare la casa o fare un po’ di sport.

Sfrutta gli integratori – Chiedi consiglio al tuo farmacista o in erboristeria e scegli un integratore a base di magnesio, potassio o altri sali minerali. Ti sarà d’aiuto per combattere la spossatezza, riequilibrare l’umore e dare sollievo al mal di testa.

Fai una vita sana – Cerca di non andare a letto troppo tardi, non bere alcolici prima di andare a dormire e alimentati in modo equilibrato. Cerca di limitare il consumo di cibi zuccherini: i picchi di zucchero, infatti, causano un aumento dei livelli di insulina, responsabili a loro volta di un successivo calo glicemico, causa di malumore e irritabilità. Meglio ricorrere per uno snack a un frutto come una banana, ricca di potassio o, se hai la pressione bassa, a un po’ di liquirizia.

Sport nell’acqua – Invece del solito workout in palestra, prova a fare attività fisica in piscina. Oltre al nuoto puoi provare l’aquagym, l’hydrobike e le mille nuove discipline “bagnate” che ormai vengono proposte in tutte le strutture sportive: farai il pieno di energia e di buon umore senza sudare.

Cerca di riposare – E ricorda: in fondo si tratta di tener duro per qualche giorno, ancora: ormai è quasi ora di andare in vacanza.

Written by:

X