ART Breaking NEWS

Items filtered by date: May 2020

Per celebrare il trentennale dell’uscita dell’album “Take That & Party”, disco di debutto dei Take That, si fa sempre più strada l’idea di una nuova entusiasmante reunion. È lo stesso Robbie Williams a parlarne e a fissare il 2022 come l’anno del suo ritorno sul palco insieme ai Take That. In un’intervista al Daily Star, ha dichiarato: "Sono ragazzi adorabili, i miei ragazzi sono incredibilmente fighi, sono stato in una chat di conferenza Zoom con i Take That la scorsa settimana. Quello che abbiamo vissuto è qualcosa che può essere condivisa solo tra noi perché abbiamo sperimentato qualcosa nell'universo che solo noi abbiamo provato". Si è parlato tanto di un suo ritorno con i Take That, già dallo scorso anno quando la band si è esibita in Europa. L’ipotesi era stata bocciata da Gary Barlow ma solo per la necessità di avere più tempo per ritrovare il feeling sul palco. Una delle voci dei Take That aveva dichiarato: "Il tour riguarda principalmente noi tre, noi tre che celebriamo la musica e lo spettacolo che abbiamo realizzato. Dato che tutto proviene da questo disco praticamente stiamo suonando l'album dall'inizio alla fine e non l'abbiamo mai fatto prima. E per inserirvi qualcun altro ci vorrebbero settimane di prove". Non era dello stesso parere Howard che è pronto ad accogliere a braccia aperte sia Robbie Williams che Jason, altro membro che ha lasciato il gruppo. E potrebbe essere proprio il ritorno di quest’ultimo a spingere l’autore di “Angels” e di tanti altri successi a riunirsi per la seconda volta con i Take That. "Io sono pronto. A tutti noi piacerebbe farlo. Mi piacerebbe coinvolgere Jason, realisticamente non credo possa accadere. Se potessimo riavere Jay sarebbe perfetto". Successivamente c’è stato l’incontro online con Gary Barlow, Mark Owen e Howard Donald e l’ipotesi di un tour insieme nel 2022. Nel mese di aprile intanto proprio Gary Barlow e Robbie Williams hanno duettato sul web riproponendo la canzone “Shame”, segno di un rapporto che non si è mai interrotto.
Published in Music Magazine
Enzo Mazza, Ceo della FIMI, ha spiegato: "Tra le dieci richieste del settore musicale oggi possiamo dire che diverse misure sono state accolte anche se restano ancora spazi di intervento in sede parlamentare". In generale, le sigle che si erano battute per far risollevare il settore musicale si dichiarano soddisfatte. Tra le misure troviamo: - istituzione di un fondo perduto per le PMI fino a 5 milioni di euro, al quale potranno accedere anche le etichette discografiche; - indennizzo del 20% fino a 400 mila euro di fatturato e del 15% per quelli fra 400 mila e il milione, 10% oltre; - cancellazione dell'IRAP anche ad aziende che superano i 250 milioni di fatturato; - i voucher per i concerti passano da 12 a 18 mesi, al fine di coprire le spese per il rimborso dei biglietti; - realizzazione di una piattaforma digitale per la fruizione del patrimonio culturale e di spettacolo.
Published in Music Magazine
l prossimo 19 maggio alle 20 (fuso orario Eastern Time) - quando in Italia saranno le 2 del 20 maggio - si terrà l’evento benefico in streaming ‘You Live, You Learn: A Night With Alanis Morissette and Jagged Little Pill’ che vedrà intervenire l’artista di Ottawa e i protagonisti del musical di Broadway ispirato all’album del 1995 di Alanis Morissette, "Jagged Little Pill" - di cui ricorrerà il venticinquesimo anniversario della pubblicazione il prossimo 13 giugno. Come riporta la rivista statunitense Rolling Stone, l’iniziativa - che si prefigge lo scopo di sostenere l’organizzazione Actors Fund in questo periodo caratterizzato dall’emergenza Coronavirus - presenterà esibizioni e momenti di dialogo che vedranno protagonisti gli artisti del cast del musical “Jagged Little Pill” e la stessa cantautrice canadese. Alanis Morissette presenterà l’evento insieme al fondatore di SafePlace International Justin Hilton. Sarà possibile seguire in diretta “You Live, You Learn: A Night With Alanis and Jagged Little Pill” sulla pagina Facebook o sul canale YouTube di “Jagged Little Pill”.
Published in Music Magazine
Spice Girls oggi non è solo il nome del gruppo che ha lanciato Mel C, Emma, Geri, Mel B e Victoria, ma è anche una filosofia di girl power e di amicizia al femminile, che riassume l'idea che le donne possano fieramente sfoggiare le loro identità più diverse, supportandosi l'un l'altra. Ma se ti dicessimo che le Spice Girls all'inizio non si chiamavano affatto Spice Girls? Il quintetto infatti si chiamava Touch: è un aneddoto già noto, ma ora Mel C ha spiegato meglio il retroscena che ha portato al nome definitivo. È merito di Geri Halliwell se oggi le conosciamo come Spice Girls: "Penso che sia stata una trovata di Geri, essere spice (spezie). Perché tutte avevamo la nostra individualità, eravamo tutte molto diverse, mettevamo pepe alle cose con diverse varietà".
Published in Music Magazine
Il 13 maggio del 1950, esattamente 70 anni fa, nasceva a Saginaw, Michigan, Stevland Hardaway Judkins - poi diventato Morris quando la madre si separò dal marito, conosciuto oggi a tutti noi con il nome d'arte di Stevie Wonder. Destinato a diventare uno degli artisti più influenti della storia delle musica popolare mondiale, Stevie, che nasce prematuro e cieco a causa di una retinopatia congenita che l'incubatrice non risolve ma peggiora, canta fin da piccolissimo nel coro della chiesa battista di Whitestone e inizia a suonare intorno ai 4 anni: pianoforte, armonica, e batteria. La sua carriera musicale inizia agli angoli delle strade di Detroit, dove dopo la separazione dei genitori si è trasferito con la madre e i fratelli, e poi ai balli, nelle feste private di conoscenti dove si esibisce con un amico nel duo "Stevie & John".
Published in Music Magazine
Negli anni '90, con l'esplosione del Britpop, Noel Gallagher è diventato una delle rockstar più famose del mondo. Ma nello stesso decennio l'allora cantante e chitarrista degli Oasis ha rischiato grosso. L'artista britannico ha rivelato di aver sniffato cocaina tutte le sere per quattro anni di fila e di essere finito anche in ospedale. Non è la prima volta che Noel parla del suo passato burrascoso. Il musicista ha raccontato di aver dato una svolta alla propria vita nel 1998 quando, dopo una serata all'insegna della trasgressione, si è svegliato circondato da persone che continuavano a fumare marijuana e a sniffare cocaina. In quel momento la star decise che non avrebbe più assunto sostanze stupefacenti. Vendette la casa e per un mese fuggì in Thailandia con Meg Matthews, allora sua moglie. Una volta tornato a Londra, andò a vivere in campagna, senza telefono per non avere tentazioni. Da quando ha messo la testa a posto - dichiara ora - evita di far tardi e trova "noiosi" quelli che ancora sniffano cocaina.
Published in Music Magazine
Che il frontman dei Twenty One Pilots Tyler Joseph fosse stato capace di rimanere attivo durante il periodo di quarantena non è una novità: lo scorso 9 aprile il cantante e principale autore della band di "Jumpsuit" aveva presentato al pubblico "Level of Concern", brano nuovo di zecca scritto e registrato durante il periodo di autoisolamento imposto dai provvedimenti presi per contenere l'emergenza sanitaria da Covid-19. La canzone, tuttavia, potrebbe essere solo la punta di un iceberg.
Published in Music Magazine
È “Guaranà”, il nuovo singolo di Elodie. E, a giudicare dalla copertina, (anche se non andrebbe fatto!) ci farà respirare un po’ di estate. L’inedito, scritto da Davide Petrella e Dardust, che ne ha curato anche la produzione, rientra in modo assolutamente coerente nel mondo musicale delineato all’interno di “This is Elodie”. “Guaranà” è energia, evasione pura.
Published in Music Magazine
Studio Star è sempre più smart! Adesso anche Google e Alexa si sintonizzano su Studio Star.
Published in Music Magazine
Barba e capelli lunghi, da barbieri e parrucchieri chiusi ormai da due mesi, Luciano Ligabue in un videomessaggio su Facebook festeggia i 30 anni esatti dall'uscita del suo disco omonimo "Ligabue", che ha segnato l'inizio della sua carriera, e ringrazia i suoi fan. "Oggi ricorrenza importante, perché 30 anni fa usciva il disco Ligabue - dice Liga nel video casalingo -. Questo per me non è solo un album o il primo album, per me è una porta che si è aperta impensabilmente 30 anni fa per permettermi di vivere questi 30 anni speciali, stupendi, per cui non posso che ringraziarvi veramente di cuore".
Published in Music Magazine
Page 3 of 5