ART Breaking NEWS

Items filtered by date: October 2020

Carl Brave torna, a distanza di due anni da "Notti brave" (certificato Doppio Disco di Platino), con il suo secondo album di inediti dal titolo "Coraggio", in uscita il 9 ottobre su etichetta Island Records. In contemporanea all'uscita del disco, sarà disponibile anche il nuovo singolo con Elodie "Parli parli". Nell'album 17 tracce che segnano un nuovo capitolo del percorso musicale dell'artista e producer romano che ha saputo contaminare il pop, il cantautorato e il rap in uno stile unico, originale e subito riconoscibile.
Published in Music Magazine
"Considero il mio passato la mia fortuna: mi ha dato la possibilità di vedere la vita cruda fin dall’inizio e non l’ho subìta" ha detto Elodie in un'intervista al Corriere della Sera in cui ha parlato della sua infanzia e adolescenza a Quartaccio, quartiere popolare di Roma dove è cresciuta. Un quartiere difficile, in cui si cresce con famiglie complicate, tra droga e bullismo, in cui l'infanzia non sempre è quella che ci si immagina dovrebbe essere: "Solo sul pianerottolo c’erano spacciatori, gente sessualmente promiscua, alcolizzati, la mia famiglia che non era quella del Mulino bianco" spiega la cantante che oggi è una delle popstar italiane più quotate, reduce dai successi di "Guarana" e di "Ciclone", la hit estiva di Takagi e Ketra e in un anno in cui è salita da protagonista al Festival di Sanremo. La condizione familiare non era delle migliori, con i genitori che litigavano spesso e si sono separati quando aveva otto anni: "Mia mamma faceva la cubista, era una ragazza con problemi, mi ha avuta a 21 anni. Entrambi hanno sofferto molto ed erano onesti in questo, non hanno mai camuffato il loro malessere", lei costretta a coprire la sorella di tre anni più piccola, cercando di non farle percepire le condizioni in cui versavano. Problemi di tossicodipendenza dei genitori che le hanno portato dentro una rabbia enorme, ma le colpe, ha spiegato, ha sempre cercato di evitare di addossarle. Il sistema sociale era complesso, eppure tutto questo dolore, ma anche questa varietà "mi hanno dato la possibilità di vedere le vita con serenità: tutte le cose si risolvono e anche quando soffri è una fortuna, perché stai vivendo".
Published in Music Magazine
Il Liga si racconta in 'E' andata così. Trent'anni come si deve' (Mondadori), la sua autobiografia artistica, scritta a quattro mani con Massimo Cotto, che arriva in libreria e negli store digitali il 6 ottobre. Canzoni, dischi, concerti, tour, eventi, libri, film e non solo, Luciano Ligabue ripercorre la sua carriera tra aneddoti, retroscena e dettagli completamente inediti. Per la prima volta il Liga racconta come sono andate davvero le cose, spazza via leggende metropolitane e racconta la verità. È un viaggio bellissimo, una storia unica, una parabola lucente. Nel periodo più brutto, l'isolamento, la paura, il Covid, nasce la cosa più bella, un libro dove Luciano Ligabue dice a Massimo Cotto: "È andata così".
Published in Music Magazine
Il 24 ottobre 2000 usciva “Hybrid theory”, l’acclamato album di debutto dei Linkin Park che ha scalato i vertici delle classifiche internazionali, contenente alcuni brani come – tra gli altri – i singoli “Crawling”, “Papercut” e “In the end”, diventati canzoni simbolo della band statunitense. Nell’anno in cui ricorre il ventesimo anniversario dell’uscita del primo lavoro discografico dato alle stampe dai Linkin Park, il gruppo un tempo guidato da Chester Bennington (scomparso il 20 luglio 2017) ha deciso di celebrare tale ricorrenza pubblicando una ristampa del suo disco di debutto. Il prossimo 9 ottobre “Hybrid theory” (il cui titolo era il nome originale della band prima che fosse cambiato in Linkin Park per motivi legali) tornerà nei negozi - oltre che in digitale, CD e vinile - sotto forma di cofanetto in versione super deluxe. Questo includerà demo inedite, rarità, b-side, materiale video risalente agli anni 2000 e 2001, e altri contenuti come il documentario "Frat Party at the Pankake Festival", un libro di 80 pagine con testi inediti di Mike Shinoda, Joe Hahn, Frank Maddocks e un poster di Chester Bennington.
Published in Music Magazine
Thursday, 01 October 2020 08:58

Lizzo contro i bodyshamer

La cantante e attrice statunitense con un video su TikTok zittisce i leoni da tastiera che, protetti da uno schermo, la prendono di mira per il suo aspetto: "Che ne dici di guardare te stesso e preoccuparti del tuo dannato corpo?" Si rivolge a loro, agli odiatori da tastiera che, protetti da uno schermo, provano piacere nel criticare chi come lei non solo ama il proprio corpo, ma lo mostra e lo celebra senza alcun imbarazzo. "Che ne dici di pensare a te stesso e preoccuparti del tuo dannato corpo? Perché la salute non è solo determinata da come ci si presenta all'esterno. La salute è anche ciò che accade all'interno".
Published in Music Magazine
Page 5 of 5