News

Marco Mengoni attraverso il suo profilo Instagram ha annunciato il titolo del suo terzo e nuovo album in uscita il prossimo 30 novembre, “Atlantico”. I due album pubblicati a poca distanza di tempo a cui fa cenno il musicista di Ronciglione sono "Parole in circolo", pubblicato nel gennaio 2015, e "Le cose che non ho", uscito nel dicembre 2015.

Published in Music Magazine

Il musicista americano ha inviato una missiva al Presidente degli Stati Uniti in cui viene chiesto espressamente al tycoon di non usare più la proprie canzoni senza autorizzazione. Il tutto è avvenuto in seguito alla decisione di Donald Trump si far suonare “Happy” in un evento pubblico nel Midwest sabato, a poche ore dalla strage nella sinagoga di Pittsburgh che ha sconvolto l’opinione pubblica, non solo a stelle e strisce. Donald Trump non è nuovo a conflitti con gli artisti e già altri musicisti hanno chiesto che la loro musica non venisse usata agli incontri pubblici del Presidente, come Steven Tyler o gli eredi di Prince.

Published in Music Magazine

La cantante statunitense è tornata a far parlare di sé per la propria musica, dopo la morte dell’ex fidanzato Mac Miller e le polemiche relative ad atteggiamenti non consoni nei suoi confronti del pastore officiante le esequie di Aretha Franklin. Ariana Grande sarà protagonista di uno speciale in onda giovedì 1 novembre sulla BBC, ma registrato ai primi di settembre, e l’emittente pubblica anglosassone ha pubblicato online un assaggio di ciò che aspetterà il proprio pubblico: un’esibizione di “God Is a Woman” in cui la cantante è accompagnata da un’orchestra tutta al femminile che lei stessa ha definito come “Un sogno realizzato”.

Published in Music Magazine

Il rocker di Correggio ha reso disponibile sul proprio canale YouTube ufficiale un nuovo lyric video di "Ho perso le parole", tema principale del lungometraggio "Radiofreccia" incluso nella colonna sonora del film appena tornata disponibile dei negozi - in versione rimasterizzata e ampliata - per celebrarne il ventennale dalla pubblicazione. "Radiofreccia", il primo film diretto da Ligabue, venne distribuito nelle sale italiane nel 1998 ottenendo un buon successo sia presso il pubblico che presso la critica, che gli assegnò tre David di Donatello, due Nastri d'argento e quattro Ciak d'oro

Published in Music Magazine

Nonostante oggi sia tra le star più apprezzate sul panorama mondiale, con alle spalle una carriera pluridecennale e undici album - tutti pubblicati su major, la voce di "It Ain't Over 'til It's Over" e "Again" fece non poca fatica a conquistare il proprio primo contratto discografico: a rivelarlo è stato lo stesso Lenny Kravitz nel corso di un'intervista concessa a Variety. Era la fine degli anni Ottanta, e di lì a poco il cantante, autore e polistrumentista si sarebbe presentato al pubblico con il suo primo album, "Let Love Rule". Poi, nel 1993, con la hit "Are You Gonna Go My Way" arrivò finalmente il successo mondiale. Kravitz, dal canto suo, l'ossessione della fama non l'ha mai avuta

Published in Music Magazine

Discograficamente ferma a "The Getaway" del 2016, la band losangelina guidata da Anthony Kiedis è impegnata in queste settimane in studio per gettare le basi di quello che sarà il proprio dodicesimo album di inediti in studio. I Red Hot Chili Peppers stanno infatti postando sui proprio canali Instagram ufficiali aggiornamenti sulla lavorazione del disco, che il gruppo ha in programma di pubblicare nel corso del prossimo anno. Il primo a farsi vivo è stato Flea, che ha condiviso coi fan le conseguenze "fisiche" del suo impegno in sala di ripresa: Il suo partner ritmico Chad Smith è stato più stringato e decisamente meno poetico. Il batterista si è limitato a farsi ritrarre in studio mentre rivolge entrambi i medi all'obbiettivo:

Published in Music Magazine
Friday, 26 October 2018 16:07

Thom Yorke verso un nuovo album solista

Il frontman dei Radiohead ha fatto una chiacchierata con il quotidiano spagnolo El Mundo sui suoi progetti futuri. Se pensavate che dopo essersi dedicato alla colonna sonora del remake di “Suspiria” diretto da Luca Guadagnino, in uscita domani, 26 ottobre, il musicista si sarebbe preso un attimo di respiro non avete ancora fatto i conti con i piani di Thom Yorke, che interrogato su come si terrà impegnato nel 2019 ha risposto: “Non avevo alcun desiderio di fare della musica molto politica, ma tutto quello che faccio tende ad andare in quella direzione. Sto cercando di finire un disco con Nigel [Godrich, storico collaboratore della band, ndr], e sta andando in quella direzione. È qualcosa che è sempre là”.

Published in Music Magazine

A Rod Stewart è scoppiata la nostalgia per Jeff Beck e per i vecchi tempi trascorsi nel Jeff Beck Group? Sembrerebbe proprio di sì. A mezzo stampa il 73enne rocker ha espresso il desiderio di tornare a incrociare il talento con il 74enne chitarrista di Sutton. I due, a causa dei loro caratteri particolarmente accentuati, convissero nel Jeff Beck Group per il breve spazio di due album: “Truth” (1968) e “Beck-Ola” (1969).

Published in Music Magazine

Il nome di Trevor Horn è leggendario: già frontman degli storici Buggles ("Video killed the radio star"), poi produttore e membro degli Yes. Attualmente è in giro con i Dire Straits Legacy (con cui sarà in tour in Italia a novembre). Ma nel frattempo ha curato un altro interessante progetto: "Reimagines: The Eighties (feat. The Sarm Orchestra)", un disco di rilleture di canzoni degli anni '80, con orchestra, appunto e ospiti speciali. Il primo assaggio è una vera chicca: Robbie Williams che  canta "Everybody Wants To Rule The World" dei Tears For Fears. Nel disco sono presenti anche Simple Minds, Seal, Tony Hadley.Ecco la prima canzone e, sotto, la tracklist.

Published in Music Magazine

Discograficamente inattiva dal 2013, anno di pubblicazione della loro ultima prova in studio sulla lunga distanza, "Loud Like Love", la band guidata da Brian Molko è da qualche tempo impegnata nella scrittura di quello che sarà il proprio ottavo album di inediti. Già un anno fa, intervistato al proposito dall'NME, il cantante e leader dei Palcebo aveva parlato di un disco decisamente non orientato al mainstream, definendo il potenziale nuovo lavoro un "sucidio commerciale" influenzato dalla "decostruzione della nostra abituale scrittura" e dalle tecniche di cut-up già utilizzate, tra gli altri, da David Bowie. Sulle tempistiche in vista di una eventuale futura pubblicazione, però, al momento non sono stati fatti programmi:

Published in Music Magazine
Page 1 of 7