ART Breaking NEWS

Music Magazine

Annunciato da tempo come "Views from the 6", il nuovo lavoro del rapper Drake è uscito - per ora in esclusiva per il servizio online Apple Music - con titolo abbreviato: semplicemente "Views". Al termine della "finestra" esclusiva dedicata agli abbonati ad Apple Music, il disco (il quarto in studio dell'artista) sarà disponibile tramite etichetta OVO/Young Money/Republic.L'album consta di 20 brani e vede la collaborazione di diversi ospiti di peso, fra cui Rihanna, Jay Z, Kanye West, Future, Popcaan e PARTYNEXTDOOR. Fra i brani in tracklist ce ne sono alcuni già presentati da tempo, come “Pop Style” (con Kanye West e Jay Z), “One Dance” (con WizKid) e il successo “Hotline Bling”. Manca però il singolo "Summer sixteen".

Il sempre informatissimo sito d'informazione statunitense TMZ, specializzato sull'argomento "personaggi famosi", scrive che, la notte prima di morire, il musicista di Minneapolis è andato alla ricerca di una farmacia che gli vendesse degli antidolorifici. E dettaglia come per trovarne una abbia percorso quasi dieci chilometri, benché nei pressi della sua abitazione ce ne fossero almeno otto più vicine. La spiegazione, sostiene TMZ, sta nel fatto che le farmacie spesso non accettano di vendere certi medicinali - Percocet, Vicodin, Xanax, Oxycontin - anche in presenza di prescrizione medica, se il paziente che li richiede ha già effettuato presso di loro acquisti degli stessi medicinali nei giorni immediatamente precedenti, e quindi, rispetto alla posologia, non ha - o non dovrebbe - ancora aver esaurito le confezioni già in suo possesso. Si tratta di una specie di "bandiera rossa" che, nell'intenzione, dovrebbe impedire il verificarsi di ciò che pare sia accaduto proprio a Prince: cioè un sovradosaggio pericoloso - o addirittura fatale. Prince avrebbe, la sera del 20 aprile, acquistato del Percodin o un medicinale analogo in una farmacia della catena Walgreen molto distante da casa sua, che ora sarebbe stata perquisita dagli investigatori per scoprire se sia rimasta della documentazione dell'acquisto, ma anche per ricostruire quante volte Prince si sia recato lì munito di ricetta medica, e da chi fossero firmate quelle ricette. Sembra peraltro, secondo le solite "fonti anonime" dell'entourage dell'artista, che Prince facesse ricorso alle prestazioni di numerosi medici, fra i quali "un amico personale"; e che un sovradosaggio di Percodin fosse stato già la causa del grave malore che aveva colpito l'artista sei giorni prima della morte, quando l'aereo sul quale si trovava fu costretto a un atterraggio d'emergenza in Illinois perché gli si potessero prestare immediate cure ospedaliere.

Prince soffriva di Aids, ma aveva deciso di non sottoporsi a cure mediche specifiche per combattere il virus in nome della fede (era Testimone di Geova): lo riferisce il Daily Mail, riprendendo come fonte il National Enquirer (settimanale statunitense che ha sempre ammesso di pagare le proprie fonti per ottenere notizie di scoop e scandali su personaggi famosi), secondo il quale al momento della morte l'artista pesava solamente 36 chili. Prince avrebbe contratto il virus dell'Hiv negli anni '90, ma la sua sieropositività si sarebbe tramutata in Aids solamente negli ultimi sei mesi. CNN riferisce che gli investigatori che stanno indagando per la morte del cantante hanno trovato sul suo corpo e nella sua casa farmaci antidolorifici a base di oppiacei, pillole che sono state consegnate agli esaminatori e che saranno analizzate nel tentativo di fare luce sulle cause che hanno determinato la morte di Prince: si tratterebbe di Percocet, una combinazione di paracetamolo e ossicodone. L'ossicodone è un oppioide agonista, alcaloide naturale dell'oppio, ritenuto da alcuni più potente di morfina (di 18 volte) ed eroina: secondo alcuni studi l'ossicodone è un'alternativa alla morfina per combattere dolori causati da tumori. Il paracetamolo è un antidolorifico meno potente, ma che che aumenta gli effetti di ossicodone.Il malore per il quale il suo aereo, lo scorso 15 aprile, fu costretto ad un atterraggio di emergenza potrebbe essere stato causato proprio da un'overdose di medicinali. Restano tuttavia da chiarire i motivi per i quali Prince era costretto ad assumere questi farmaci.

Neil Young è notoriamente una delle voci più critiche nei confronti dei servizi che offrono musica in streaming - fatto che addirittura lo scorso giugno lo portò a ritirare tutta la propria musica dai canali di questo tipo. Ora, però, il rocker canadese sembra proprio avere cambiato almeno parzialmente idea, visto che ha deciso di aprirsi a Tidal (la piattaforma a pagamento legata a Jay Z e a una cordata di artisti che ne possiedono quote): la sua intera discografia - 57 album, compresa la mega-raccolta da 125 canzoni "Archives Volume I [1963 - 1972]" - è disponibile per l'ascolto in streaming sulla piattaforma di cui sopra. Probabilmente a giocare favorevolmente in questa decisione è stato il fatto che Tidal offre anche un'opzione (da 19,99 dollari mensili) per ascoltare musica in alta definizione - un punto su cui Young ha sempre avuto molto da ridire, visto che accusava i servizi di streaming di offrire musica di bassa qualità audio. Inoltre non è trascurabile la questione economica: Young ha sempre lamentato la scarsa trasparenza e l'esiguità dei compensi elargiti dai servizi di streaming, ma evidentemente l'accordo raggiunto con Tidal lo soddisfa su entrambi i fronti.Young, peraltro, ha appena annunciato l'uscita di un nuovo album dal vivo - "EARTH" - previsto per il prossimo giugno, che conterrà brani incisi durante il suo ultimo tour, mixati con rumori ambientali e suoni della natura.

Alicia Keys è al lavoro sul nuovo album, sequel di ”Girl on fire” pubblicato nel novembre 2012. Il primo antipasto di alcune composizioni che faranno parte del nuovo disco lo si avrà il prossimo 28 maggio allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, allorquando la cantautrice statunitense si esibirà nella cerimonia della finale della Champions League di calcio. Un avvenimento, quello di una esibizione musicale nella serata della finale della massima competizione calcistica europea, mai accaduto in precedenza. Si sa ancora molto poco del prossimo show milanese della Keys, in una intervista rilasciata a Billboard ha dichiarato: "Deve essere una sorpresa...fa parte del divertimento. Ma sentirete di sicuro un po’ di nuova musica”. Il suo spettacolo dall’arena milanese sarà seguito in diretta in 220 paesi del mondo. Ha aggiunto: "E’ eccitante. Ci saranno 80.000 persone allo stadio e persone in tutto il mondo lo guarderanno. E’ un enorme spazio da riempire". Alicia Keys ha anche detto che non vede l'ora di tornare in Italia. "La famiglia di mia madre è italiana. Ogni volta che ci torno mi sento sempre amatissima. E’ sempre come un ritorno a casa pieno d’amore."

Il nuovo disco del rapper Drake "View From The 6" esce il 29 aprile e - dopo la copertina e un trailer video - ora è la volta di scoprire la tracklist definitiva. Il successore di "Nothing Was The Same" (2013) consta di ben 20 brani, alcuni dei quali già noti - come  “Pop Style” (featuring Kanye West e Jay Z), “One Dance” (con WizKid) e la hit “Hotline Bling”. Grande assente, invece, "Summer sixteen", già uscita come singlo, ma esclusa dalla rosa finale.