ART Breaking NEWS

Music Magazine

Friday, 19 April 2019 16:38

Zucchero, 10 date all'Arena nel 2020

Zucchero "Sugar" Fornaciari tornerà a cantare all'Arena di Verona nel 2020, con un calendario di ben 10 concerti in programma a partire dal 22 settembre. L'annuncio è stato dato oggi a Verona dallo stesso artista. I dieci concerti nell'anfiteatro areniano saranno gli unici che Zucchero terrà in Italia il prossimo anno. I concerti del bluesman italiano 2020 all'Arena si apriranno il 22 settembre e proseguiranno il 23, 25, 26, 27, 29 e 30, e ancora il 2, 3 e 4 ottobre. I biglietti saranno disponibili in prevendita dalle ore 16.00 di oggi su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di venerdì 26 aprile nei circuiti di vendita e nelle prevendite abituali
Che la cantante salentina stesse raccogliendo idee per nuove canzoni nella città californiana lo si era intuito già negli scorsi giorni, quando sui suoi canali social ufficiali aveva pubblicato una foto che la ritraeva di fronte a un microfono. Quello che non si era intuito era che Emma non è a Los Angeles solo per raccogliere idee: proprio lì la cantante sta infatti registrando nuova musica, presumibilmente i brani che andranno a comporre il progetto con il quale festeggerà il suo decennale di carriera, il prossimo anno. Lo studio frequentato a Los Angeles da Emma e dal suo team è lo Speakeasy Studio, noto ai più per essere lo studio dove Vasco Rossi ha registrato i suoi ultimi dischi: sono "nati" lì, tra gli altri, "Stupido hotel", "Il mondo che vorrei", "Vivere o niente" e "Sono innocente", che ad oggi resta l'ultimo album di inediti del rocker di Zocca, uno dei soci fondatori della sala di registrazione.
Non sarebbe solo l'headliner più giovane all'edizione 2019 del festival Coachella, Ariana Grande: secondo un'indiscrezione riferita dal New Yorker, la giovane popstar di Boca Raton, Florida, potrebbe essere anche l'artista meglio pagata in programma a Indio, California, tra lo scorso fine settimana e il prossimo weekend. Secondo la testata americana all'artista suo malgrado co-protagonista del sanguinoso attentato alla Manchester Arena del 22 maggio 2017 sarebbe stata corrisposta la cifra record di 8 milioni di dollari per le due esibizioni programmate dagli organizzatori della manfestazione il 12 e il 21 aprile di quest'anno.
Nel corso del live che il cantautore di Duluth ha tenuto ieri, 16 aprile, al Wiener Konzerthaus di Vienna, nell’ambito del suo “Never Ending Tour”, Bob Dylan ha rischiato una brutta caduta sul palco. Subito dopo aver detto al pubblico che se avesse scattato delle foto la band non sarebbe andata avanti a suonare Dylan, innervosito, ha iniziato a indietreggiare, di spalle, inciampando ed evitando per poco una brutta caduta. Dopo essersi appoggiato un istante ai suoi musicisti, la voce di “A Hard Rain's A-Gonna Fall” è tornata in postazione e si è nuovamente rivolta ai presenti: “Lo dico di nuovo: fate foto o non fate foto e noi suoniamo o stiamo fermi, ok?”. Dopo qualche secondo di esitazione, davanti alle grida del pubblico che intonavano “Suonate! Suonate!”, Dylan si è infine accomodato al piano e ha attaccato con “It Takes a Lot to Laugh, It Takes a Train to Cry”. Da quel momento in poi, niente più intoppi per il leggendario cantautore statunitense.
La storia di Alan McGee e della sua Creation Records, l'etichetta fondata nel 1983 che lanciò gli Oasis ma anche Primal Scream, Teenage Fanclub e My Bloody Valentine, sarà raccontata in un docu-film prodotto da Danny Boyle, il regista del film cult "Trainspotting". Il film si intitolerà "Creation stories" e sarà basato sull'autobiografia omonima di Alan McGee, uscita nel 2013 le riprese inizieranno a Londra a fine maggio.
In occasione dell'uscita del docu-film "Homecoming: A Film By Beyoncé", la cantante ha rilasciato a sorpresa l'album "Homecoming: The Live Album". Il disco contiene la colonna sonora completa del film sulla sua performance al Festival Coachella del 2018. 40 brani tra cui la canzone inedita " Before I Let Go" ascoltabili su tutte le piattaforme streaming. 
Page 1 of 299