ART Breaking NEWS

Thursday, 14 May 2020 13:43

Reunion dei Take That? Parla Robbie Williams Featured

Per celebrare il trentennale dell’uscita dell’album “Take That & Party”, disco di debutto dei Take That, si fa sempre più strada l’idea di una nuova entusiasmante reunion. È lo stesso Robbie Williams a parlarne e a fissare il 2022 come l’anno del suo ritorno sul palco insieme ai Take That. In un’intervista al Daily Star, ha dichiarato: "Sono ragazzi adorabili, i miei ragazzi sono incredibilmente fighi, sono stato in una chat di conferenza Zoom con i Take That la scorsa settimana. Quello che abbiamo vissuto è qualcosa che può essere condivisa solo tra noi perché abbiamo sperimentato qualcosa nell'universo che solo noi abbiamo provato". Si è parlato tanto di un suo ritorno con i Take That, già dallo scorso anno quando la band si è esibita in Europa. L’ipotesi era stata bocciata da Gary Barlow ma solo per la necessità di avere più tempo per ritrovare il feeling sul palco. Una delle voci dei Take That aveva dichiarato: "Il tour riguarda principalmente noi tre, noi tre che celebriamo la musica e lo spettacolo che abbiamo realizzato. Dato che tutto proviene da questo disco praticamente stiamo suonando l'album dall'inizio alla fine e non l'abbiamo mai fatto prima. E per inserirvi qualcun altro ci vorrebbero settimane di prove". Non era dello stesso parere Howard che è pronto ad accogliere a braccia aperte sia Robbie Williams che Jason, altro membro che ha lasciato il gruppo. E potrebbe essere proprio il ritorno di quest’ultimo a spingere l’autore di “Angels” e di tanti altri successi a riunirsi per la seconda volta con i Take That. "Io sono pronto. A tutti noi piacerebbe farlo. Mi piacerebbe coinvolgere Jason, realisticamente non credo possa accadere. Se potessimo riavere Jay sarebbe perfetto". Successivamente c’è stato l’incontro online con Gary Barlow, Mark Owen e Howard Donald e l’ipotesi di un tour insieme nel 2022. Nel mese di aprile intanto proprio Gary Barlow e Robbie Williams hanno duettato sul web riproponendo la canzone “Shame”, segno di un rapporto che non si è mai interrotto.