Campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo!“.

Con queste tre parole ripetute per altrettante volte Nando Martellini dava il via ai festeggiamenti per la vittoria dell’Italia al Mondiale 82. Una nazionale, quella di Bearzot, iconica come la vittoria, rimasta nei cuori dei tifosi e che ora viene celebrata come il piu’ delice dei ricordi, 40 anni esatti dopo il trionfo in Spagna contro la Germania dell’Ovest. Sono già tanti gli eventi in corso come aModena, dove dal 18 giugno, presso il Museo della Figurina, è in scena la mostra di quello storico successo. Oppure a Sonnino, città natale di Altobelli, dove ieri era presente anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina, per l’iniziativa “11 luglio 1982-11 luglio 2022: 40 anni da Campioni del Mondo”. Ma non finisce qui. Graziani: ‘Noi formidabili, ma senza saperlo’La Federcalcio esporrà la coppa del mondo vinta 40 anni fa nel portico della sua sede a Roma in Via Allegri dalle 9 alle 18 per consentire a tutti i tifosi di rivivere quel mese magico. Verrà inoltre pubblicato sul sito della Figc un video ricordo del presidente Gravina e sarà inaugurata a Coverciano la realtà virtuale all’interno del Museo del Calcio per rivivere tutte le emozioni della finale del Bernabeu. L’urlo di Tardelli, i gol di Rossi e Altobelli avranno un loro posto speciale anche sul piccolo e grande schermo. Lunedì 11 luglio, infatti, il canale 202 di Sky diventerà “Sky Sport Calcio – ITALIA MUNDIAL 1982-2022” con una programmazione interamente dedicata alla alla vittoria del Mondiale di Spagna, mentre la sera Rai 1 trasmetterà in prima serata e in prima visione “Il viaggio degli eroi”, diretto da Manlio Castagna. Contestualmente al MAXXI di Roma ci sarà al presentazione del docufilm “ITALIA 1982” alla presenza di tanti dei protagonisti di un successo che non ha rappresentato solo una vittoria sportiva, ma che ha cambiato il volto del paese di quegli anni.

Written by:

X